lunedì 12 dicembre 2011

Installazione del VirtualBox Extension Pack

Con il rilascio di VirtualBox 4.x molte cose sono cambiate. Intanto è stata riorganizzata la struttura dei file e delle cartelle che contengono le macchine virtuali, sono poi state aggiunte nuove funzionalità e introdotto un nuovo meccanismo di estensione delle funzionalità da parte di terze parti.

Proprio grazie a questo meccanismo Oracle stessa ha creato il suo pacchetto di estensioni, l'Oracle VM VirtualBox Extension Pack rilasciato sotto licenza PUEL (VirtualBox Personal Use and Evaluation License), che permette di dotare VirtualBox di 3 importanti funzionalità:
  • supporto per dispositivi USB 2.0;
  • supporto RDP (Remote Display Protocol) per la visualizzazione da remoto delle macchine virtuali;
  • supporto PXE (Preboot Execution Environment) per il boot via rete.
Questo pacchetto va scaricato ed installato all'interno di VirtualBox stesso. Non sapete se sul vostro sistema è già installato? Nessun problema: provate ad attivare il supporto USB 2.0 in una macchina virtuale, se VirtualBox prende a lamentarsi come in Figura 1, l'Oracle VM VirtualBox Extension Pack è da installare.

Figura 1: VirtualBox Extension Pack non installato

Vediamo insieme come procedere all'installazione.

Scaricate l'Oracle VM VirtualBox Extension Pack, in VirtualBox cliccate su File Impostazioni Estensioni Aggiungi Pacchetto, Figura 2.

Figura 2: aggiungiamo il VirtualBox Extension Pack

Nella schermata che si aprirà, navigate fino alla directory dove avete scaricato il VirtualBox Extension Pack e selezionatelo con un doppio click, poi cliccate su "Installa", Figura 3.

Figura 3: avviamo l'installazione del VirtualBox Extension Pack

Accettate la licenza e procedete all'installazione, quando sarà terminata comparirà il nome del pacchetto nella lista di quelli installati, Figura 4.

Figura 4: VirtualBox Extension Pack nella lista dei pacchetti installati

E' tutto, ora il supporto USB 2.0 è attivo: se provate a selezionarlo nella macchina virtuale vedrete che le lamentele da parte di VirtualBox sono scomparse.

GdS